BOLOGNA ROVENTE – FUORI IL CALDISSIMO SINGOLO

BOLOGNA ROVENTE

Canzone nostalgica, una delle mie rare canzoni d’amore. Che non necessariamente debbono essere destinate ad una persona.

Per i bolognesi,
Per i fuorisede,
Per chi a pensar Bologna
Lacrima si concede.

Crediti: Testo e Musica: Matteo Mucavero (LOQI)

Supervisione Artistica: Jodi Pedrali

Produzione, Registrazione, Missaggio e Mastering: Marco Ghezzi

Assistenza riprese Video: Valeria Ghertani

Testo:

Granite al tamarindo traboccanti coccodrilli,

San Petronio che bestemmia il resto del calendario

C’è Lucio là seduto in quel bar in via d’Azeglio,

E Nettuno che si tuffa per cercare refrigerio.

Non si contano più i gradi ormai il termometro è scoppiato

E sul tredici respiri trasformato in pesce rosso

Garisenda sta cedendo e Asinelli la sorregge

Dopo tanto tempo, adesso, non mi crollerai addosso?!

E anche il sole se n’è accorto che sei una vanitosa

Un po’ goffa e appesantita, ma più bella di una sposa.

E ti sta così vicino che rischia di bruciarti,

Che nessuno in fondo è immune alla voglia di guardarti,

Bologna mia, rovente, vecchia pazza

Che non ti stanchi mai di provocare

Lussuria, gola, gioia e mal di testa.

E ti si lascia solo per tornare…

Scenario apocalittico, tre anime per strada

Sguardi pieni di sospetto in un concerto di cicale.

Poi Cesare che sfreccia con le ali sotto ai piedi

In un deserto surreale… non mi trovo mica male!

C’è musica incisa nei mattoni di Re Enzo

E chissà che brutte storie ci potrebbe raccontare…

Poi alle dieci e venticinque un gran botto ti ha ferita

Suoni al ritmo di quei cuori, che non è mica finita

E anche il sole se n’è accorto che sei una vanitosa

Un po’ goffa e appesantita, ma più bella di una sposa.

E ti sta così vicino che rischia di bruciarti,

Che nessuno in fondo è immune alla voglia di guardarti,

Bologna mia, rovente, vecchia pazza

Che non ti stanchi mai di provocare

Lussuria, gola, gioia e mal di testa.

E ti si lascia solo per tornare…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *